INTELLIGENZA EMOTIVA E RELAZIONALE

NEGOZIAZIONE RELAZIONALE
27/11/2015
USO DEI SOCIAL NETWORK E SOCIAL MEDIA MARKETING
27/11/2015

INTELLIGENZA EMOTIVA E RELAZIONALE

Per avere successo ed essere appagati, nella vita in genere e nell’ambito lavorativo in particolare, non è sufficiente disporre di un elevato Quoziente Intellettivo o essere competenti da un punto di vista professionale; occorre anche poter disporre di quella che Daniel Goleman chiama intelligenza emotiva.

Quest’ultima si fonda su due tipi di competenza, una personale – connessa al modo in cui controlliamo noi stessi – e una relazionale, legata al modo in cui gestiamo le relazioni con gli altri. L’intelligenza emotiva, come descritta da Daniel Goleman, raggruppa una serie di caratteristiche ad esempio:

 

  • la capacità di motivare se stessi e di continuare a perseguire un obiettivo nonostante le frustrazioni.
  • la capacità di controllare gli impulsi e rimandare la gratificazione.
  • la capacità di modulare i propri stati d’animo evitando che la sofferenza ci impedisca di pensare.
  • la capacità di essere empatici e di sperare.

OBIETTIVI

  • comprendere cosa sia l’intelligenza emotiva.
  • diventare consapevoli del proprio livello di intelligenza emotiva.
  • conoscere le potenzialità della pratica dell’intelligenza emotiva in ambito lavorativo.
  • avviare un percorso individuale di sviluppo della propria intelligenza emotiva.

 

CONTENUTI

  • cos’è l’intelligenza emotiva.
  • perché è così importante nei contesti lavorativi.
  • come fare a riconoscere la propria intelligenza emotiva.
  • come usare l’intelligenza emotiva per sviluppare la propria leadership.
  • come usare l’intelligenza emotiva per migliorare le relazioni con i colleghi.
  • l’intelligenza emotiva applicata alla relazione con i clienti, gli utenti e i colleghi.
  • la pratica dell’intelligenza emotiva nelle altre relazioni: di aiuto, di famiglia.
  • come iniziare un processo per sviluppare la propria intelligenza emotiva.